Opportunità da non perdere
14 maggio 2019
Stupiti da Gesù
6 luglio 2019

Custodire la mente

“Del rimanente, fratelli, tutte le cose vere, tutte le cose onorevoli, tutte le cose giuste, tutte le cose pure, tutte le cose amabili, tutte le cose di buona fama, quelle in cui è qualche virtù e qualche lode, siano oggetto dei vostri pensieri” (Filippesi 4:8)


Ogni azione o opera che compiamo, prima di diventare tali, si originano nella mente e nei pensieri. Per questo è opportuno vegliare attentamente sui propri pensieri affinché le proprie opere risultino gradite nella presenza di Dio.
In proposito la Bibbia ci da delle indicazioni molto precise. Dovrebbero diventare oggetto dei nostri pensieri:
- Le cose vere: non le fantasie o i punti di vista umani, ma la verità rivelata nella Scrittura, la parola di Dio.
- Le cose onorevoli: sono tutte le cose che per la loro dignità e nobiltà ben si addicono al carattere e alla vocazione cristiana.
- Le cose giuste: cioè conformi alla volontà di Dio e alla correttezza nei rapporti con gli uomini.
- Le cose pure: che non hanno a che fare con il peccato e che no macchiano la coscienza e il carattere.
- Le cose amabili: cioè ispirate dall’amore di Dio nella nostra vita.
- Le cose di buona fama: non ritenute tali dagli uomini ma dal Signore.
- Le cose in cui è qualche virtù e qualche lode: cioè tutto quello che risulta gradito e approvato da Dio.
Com’è possibile fare in modo che tutto ciò di cui si è parlato diventi l’oggetto dei propri pensieri? La mente si nutre di tutto ciò con cui si alimenta. Badiamo a ciò che ascoltiamo, leggiamo o vediamo.
Soprattutto cibiamoci regolarmente con la Parola del Signore e i nostri pensieri saranno sani e produrranno opere approvate davanti a Lui.

“Del rimanente, fratelli, tutte le cose vere, tutte le cose onorevoli, tutte le cose giuste, tutte le cose pure, tutte le cose amabili, tutte le cose di buona fama, quelle in cui è qualche virtù e qualche lode, siano oggetto dei vostri pensieri” (Filippesi 4:8)